La selezione delle materie prime è il filo conduttore dei piatti studiati e preparati dalla brigata di cucina.

Che si tratti del tartufo o della ricotta della vallata di Scanno, delle erbe spontanee raccolte nei nostri Parchi Nazionali, dell’agnello di Gregorio o del tonno rosso Toro di Favignana, la scelta dello chef Roberto mira a regalare un viaggio che emozioni il palato.

Un equilibrio tra tradizione e innovazione, in nome del gusto, che spazia dalla carne al pesce, dai formaggi alle verdure.